Un uomo va in un negozio di animali domestici per comprare un pappagallo. Ne vede tre: uno verde, uno blu e uno giallo. L’uomo chiede quanto costa quello verde. Il negoziante risponde: “Duemila euro.”
“Perché?”
“Perché sa fischiare la quinta sinfonia di Beethoven.”
“E quello blu?”
“Quello costa tremila euro, perché conosce l’intero Rigoletto.”
“E allora, quello giallo?”
“Quello costa cinquemila euro.”
“Cosa sa fare?”, chiese allora il signore.
“Non lo so”, risponde il negoziante, “è arrivato stamattina …”
“Ma perché costa così caro, allora?”, chiede il cliente. E il negoziante risponde: “Beh, ho sentito che gli altri due lo chiamano Maestro!”

Nella pagina trovi 10 barzellette dedicate al mondo degli animali. Allora buona lettura.

Barzellette sugli animali

Un signore vede in una fattoria un maiale con una gamba di legno. Il contadino spiega: “Gli siamo così affezionati che lo mangiamo un po’ alla volta!”

Sul portone c’è scritto “Attenti al cane”.
Il postino, guardando oltre, non vede niente ed entra.
Appena mette piede dentro sente “Cai caiiii …”
E il padrone di casa esce urlando: “Porca miseria, ma l’avevo scritto di stare attento al cane! E’ già il terzo che mi schiacciano questa settimana!”

Una tartaruga sale le scale un un gradino al giorno. All’ottantesimo scalino inciampa e cade rotolando giù. Quando finalmente si ferma dice: “Vedi …, questi sono gli scherzi che fa la fretta!”


Partita di calcio nella foresta: Elefanti contro Insetti.
Al fischio iniziale gli Elefanti partono all’attacco e in breve il punteggio è di 3-0. Gli Elefanti continuano il pressing e alla fine del primo tempo siamo a 9-0.

Negli spogliatoi l’allenatore cerca di rincuorare i suoi Insetti e prima di ritornare in campo annuncia di aver provveduto a un cambio: la sostituzione della lucciola con il centravanti millepiedi.

Il secondo tempo vede la rapida risalita degli Insetti grazie proprio all’abilità del millepiedi e la partita finisce con il punteggio di 9-10 con vittoria finale degli Insetti.

L’allenatore degli Elefanti, anche se a malincuore, va a complimentarsi con l’allenatore della squadra avversaria: “Congratulazioni, siete i migliori, grazie soprattutto alla vostra punta che avete inserito in squadra nel secondo tempo.

Ma come mai un giocatore così eccezionale non lo mettete in campo già nel primo tempo?”
E l’allenatore degli Insetti: “E’ impossibile! Prima che si sia allacciato le scarpe …”

Un signore vede in una fattoria un maiale con una gamba di legno. Il contadino spiega: “Gli siamo così affezionati che lo mangiamo un po’ alla volta!”

Una mucca è fortemente fissata che l’unica erba che può mangiare deve essere coloratissima.

Un giorno vede un piccolo gatto che stranamente bruca un mucchietto d’erba datogli dal padroncino; allora lo va a scacciare e poi gli ruba l’erba.
Morale: l’erba del MICINO è sempre più verde!

Un tizio con la sua auto è in giro per le colline della Maremma. Sente il motore che balbetta un po’, si ferma, e guarda dentro al cofano: “Sarà la testata?”. A quel punto sente una voce alle sue spalle: “E’ lo spinterogeno!”

Si gira spaventato, ma nulla. Solo un cavallo pascola lì vicino. Si china sul motore e continua ad osservarlo: “Sarà qualche fascia dei cilindri?”. Di nuovo la voce: “E’ lo spinterogeno!”

Si rigira di scatto e sorpreso nota il cavallo che ha parlato! Allora si mette a correre a rotta di collo e, arrivato al primo bar dice al barista: “Bisogna avvisare i giornali, la TV … una cosa incredibile!

Mentre controllavo il motore della mia auto guasta ho sentito una voce che diceva: “E’ lo spinterogeno!”. Mi sono girato ed ho visto un animale che parlava!”
Un vecchietto lì vicino gli chiede: “Cosa era? Un cavallo?”
“Sì! Un cavallo!”
Ed il vecchietto: “Con una stella bianca in fronte?”
“Sì! … Sì! Proprio lui!!!”
E il vecchietto: “Ma quello lì non capisce niente di motori …!”

Un’aquila volteggia minacciosa in alto nei cieli in cerca di una preda quando, a un certo punto, giù nella vallata scorge un Topolino. Allora si fionda giù come un fulmine ma arrivata nei pressi si blocca di colpo ed esclama: “Ma questo numero ce l’ho già!” e va via arrabbiata nera!

Due mucche sono a colloquio tra loro. Dice la prima: “Sai, sono preoccupata perché ho due vitelli, uno vuole tornare in stalla alle 18, l’altro alle 20”. “Embè? – dice l’altra – di che ti preoccupi? Falli tornare entrambi alle 19, così tagli la testa al toro”. Fu in quell’occasione che nacque il detto Vacca boia!

Vuoi votare queste barzellette sugli animali?

1
Barzellette animali n4

Esprimi il tuo voto su queste barzellette con gli animali come protagonisti. Da 1 stella a 5 stelle.

Curiosità dal mondo.

Lo sapevi che....
smoking
smoking
La nascita dello smoking, ossia l’abito completo da uomo, è legata al tabacco. La smoking jacket si è diffusa nei borghi inglesi di fine 800 con l'intento pratico: veniva fornita agli ospiti per evitare che l'abito si impregnasse dell’odore del tabacco. La “giacca da fumo” si toglieva prima di tornare dagli altri commensali