Un gruppo di persone visita una caserma dell’esercito e nota che almeno venti reclute sono inginocchiate nel cortile con metri per misurare, mentre altrettante fanno dei conti con carta e penna in mano.

“Che cosa stanno facendo?”, chiede una signora alla guida.
“Ogni anno,” risponde l’uomo sogghignando, “I nonni chiedono alle reclute quanti mattoni sono stati necessari per finire il cortile.”
La donna si avvicina alla guida e gli chiede sottovoce: “A me lo può dire: qual è la risposta alla domanda?”
La guida risponde candidamente: “Uno solo!”

Nella pagina trovi 10 sui mestieri e i lavori. Dottori, avvocati, muratori, maccanici e altri, visto in modo umoristico. ⚙️

Barzellette sul lavoro e i mestieri

L’ufficio della Motorizzazione è pieno di gente.
Un uomo fa la fila per un’ora finché arriva il suo turno allo sportello per ritirare la patente.
Guarda la foto sul documento e commenta: “Mamma mia, come sono triste su questa foto!”
L’impiegata prende la patente, guarda la foto e rassicura l’uomo: “Ma no, va bene così! Questa è proprio la faccia che lei farà quando la polizia stradale la fermerà!”

Aeroporto. Un jet si ferma improvvisamente sulla pista, fa inversione a U e ritorna al gate. Sconcerto tra i passeggeri. Dopo un’ora di attesa finalmente decolla.
Un passeggero preoccupato chiede all’assistente di volo: “Scusi, ma … che problema c’era?”
“Il pilota era preoccupato per un rumore che sentiva nel motore”, spiega la hostess, “e ci abbiamo messo un po’ a trovare un altro pilota”.

Tre muratori fanno la pausa pranzo, seduti su un ponteggio. Il primo prende il panino e dice: “Uffa, di nuovo prosciutto. A mia moglie non viene mai un’idea diversa”. Poi butta giù il panino.
Il secondo, vedendo il suo pranzo, dice: “Di nuovo un tramezzino con il tonno! Non ne posso più!” e lo butta giù dal ponteggio.
Il terzo scaglia il suo panino senza neppure guardare che cosa contiene.
Il collega gli chiede: “Ma perché lo butti senza guardare?”
“Perché è un panino al formaggio!”
“E come fai a saperlo?”
“Perché l’ho preparato io stamattina!”

Cliente: “Cameriere, mi scusi… c’è un capello nel caffè!”
Cameriere: “E per 70 centesimi, che ci volevi… un parrucchino?”

Il capo del personale: “Lei inizierà a lavorare lunedì e verrà pagato in base a come/quanto lavora”.
Il candidato:” Spiacente, ma non posso vivere con così poco!”

In effetti oggi potrei studiare.
I libri stanno là.
Io sto qua.
Ma perché devo essere io a fare il primo passo?

Definizione di ‘notaio‘: professionista che si guadagna il pane col sudore della fronte degli altri.

Un gruppo di specialisti in psichiatria si ritrova in un convegno importante. Quattro di loro cenano insieme e hanno modo di confidarsi sulle difficoltà del mestiere. Uno di loro confessa: “La gente si rivolge a noi per risolvere sensi di colpa e paure, ma anche noi abbiamo i nostri problemi e non possiamo rivolgerci a nessuno!”

Un altro psichiatra propone: “Facciamo una sessione di auto-aiuto, qui, adesso!” Gli altri tre sono d’accordo.
Il primo confessa: “Io ho spesso un desiderio fortissimo di uccidere i miei pazienti!”
Il secondo ammette: “Mi piacciono gli oggetti costosi perciò cerco di spillare più soldi possibile ai miei clienti!”

Il terzo prosegue: “Io fornisco sostanze stupefacenti ad alcuni dei miei pazienti che mi supplicano!”
Il quarto confessa: “Lo so che non dovrei, ma anche se mi sforzo, non riesco a custodire un segreto!”

Ti piace il tuo lavoro?
– Molto.
– Cosa fai?
– Assaggio pullman e corriere.
– AH. DEGUSTI BUS.

Vuoi votare queste barzellette?

0
Barzellette sul lavoro n17

Esprimi il tuo voto su queste barzellette dedicate al , il dottore, , muratore, , è cosi via. Visto in modo umoristico.

4 risate con uno dei nostri video divertenti

Se i calcoli sono errati, ti resta solo da volare

Curiosità dal mondo.

Lo sapevi che....
re delle carte
re delle carte
I re delle carte da gioco rappresentano i grandi re della storia:
Picche - Re David,
Fiori - Alessandro Magno,
Cuori - Carlo Magno,
Quadri - Giulio Cesare