Now Reading: Una donna ha avuto 16 lavori simultanei per tre anni e ha ricevuto lo stipendio, ma in realtà non ha mai lavorato.

Loading

Una donna ha avuto 16 lavori simultanei per tre anni e ha ricevuto lo stipendio, ma in realtà non ha mai lavorato.

svg21 Ottobre 2023Notizie

Una donna cinese è stata accusata di frode dopo che è emerso che è stata impiegata contemporaneamente in 16 lavori simultanei, ma in realtà non ha mai lavorato per nessuna di esse.

Si tratta di una frode lavorativa che è comune in Cina in lavori a distanza o per venditori che viaggiano per il paese, anche se Guan Yue (un nome fittizio per la donna) ha portato la cosa all’estremo, mantenendo simultaneamente più di una dozzina di datori di lavoro e incassando stipendi per almeno tre anni, senza mai svolgere effettivamente alcun lavoro per nessuno di loro.

 

La donna e suo marito, anch’esso sospettato in questo caso, mantenevano un registro molto dettagliato dei datori di lavoro, della loro posizione esatta in ciascuna azienda, della data in cui aveva iniziato a lavorare per ciascuno di loro e dei dati bancari forniti per il salario mensile della donna.

 

Guan Yue cercava costantemente nuovi datori di lavoro e, quando partecipava a nuovi colloqui di lavoro, scattava foto e le inviava ai datori di lavoro attuali come prova di incontri con i clienti.

 

Sorprendentemente, la truffa ha funzionato alla perfezione per anni, consentendo a Guan Yue di acquistare un appartamento a Shanghai.

 

Guan Yue era così impegnata nella costante ricerca di lavoro aziendale che, quando aveva più colloqui di lavoro pianificati contemporaneamente, li cedeva ad altre persone in cambio di commissioni.

 

Tuttavia, manteneva la maggior parte dei lavori per sé stessa, trovando sempre altre aziende per cui lavorare quando veniva licenziata per mancanza di risultati.

 

 

Sfortunatamente, il piano della truffatrice ha iniziato a sgretolarsi lo scorso gennaio, quando uno dei suoi ex datori di lavoro ha trovato una lettera di dimissioni di Guan Yue in un gruppo di lavoro online.

Liu Jian, proprietario di un’azienda tecnologica, aveva assunto Yue e altri sette collaboratori in ruoli di vendita, ma li aveva licenziati dopo un periodo di prova di tre mesi perché non avevano generato neanche una singola vendita.

 

In seguito, la donna ha commesso l’errore di inviare la sua lettera di dimissioni a un’altra azienda e a diversi gruppi di lavoro online. Jian faceva parte di uno di questi gruppi e ha scoperto che Guan Yue aveva lavorato per un’altra azienda mentre occupava un posto a tempo pieno nella sua azienda tecnologica.

Dopo aver condotto alcune indagini da solo, Liu Jian ha contattato la polizia in relazione all’ex dipendente.

Le azioni di Liu Jian hanno portato alla scoperta di una frode massiccia che durava almeno da tre anni e superava i 50 milioni di yuan (quasi 7 milioni di dollari).

Ironia della sorte, Guan Yue è stata arrestata proprio durante un colloquio di lavoro per una nuova posizione.

Al momento dell’arresto aveva 16 lavori simultanei, ma non lavorava in nessuno di essi. Tuttavia, riceveva assegni mensili e commissioni dagli associati a cui aveva aiutato a essere assunti.

 

Yue, suo marito e più di 50 complici coinvolti nella frode salariale sono stati arrestati. Secondo i media cinesi, questo tipo di frode lavorativa è un problema diffuso in Cina, con centinaia di gruppi specializzati che apparentemente accettano lavori da diversi datori di lavoro.

0 People voted this article. 0 Upvotes - 0 Downvotes.
svg
Quick Navigation
  • 01

    Una donna ha avuto 16 lavori simultanei per tre anni e ha ricevuto lo stipendio, ma in realtà non ha mai lavorato.